Vino Italiano / Italian wine anyone?

Join us here for some fun chit chat, or share your opinions on rumours and gossip in the news. Beginners and advanced Italian speakers are all welcome!
Post Reply
Cresasso
Posts: 38
Joined: Mon Oct 11, 2010 3:45 pm

Vino Italiano / Italian wine anyone?

Post by Cresasso » Sun Oct 17, 2010 11:42 pm

Vi piace il vino Italiano? Cosa vi godete, e perche`?

Io sono un grande appassionato di vini Italiani. Come tutti i vini Veneti e Toscani mi hanno portato a questo hobby, ma le offerte del Friuli, Campania e altre regioni (amo il Verdicchio dei castelli di Jesi per il suo rapporto prezzo/qualita`) mi piacciono sempre di piu`. Molto impressionanti sono i vini tradizionali riscoperti nell'ultimo decennio dell'Emilia Romagna tipo Lambrusco, anche i Sangiovesi (prodotti Umberto Cesari sono favoloso!).

La collezione diventa sempre piu` grande... se ne compra in quantita` sempre maggiori cercando di approfittare di vari sconti in base al volume. Come sempre, piu` ne degusti, piu` ti piace, piu` ne leggi, piu` ne compri etc. La vasta gastronomia Italiana certo aiuta ben troppo ad incoraggiare vari abbinamenti...


Certamente, i vini Italiani hanno fatto dei salti qualitativi enormi durante gli ultimi 10 anni. Fare venire un enologo ad una certa azienda puo` fare i miracoli. Molto interessante che ci sono tante di queste piccole aziende famigliari di gui prodotti non si trovavano in america fino a poco fa. Purtoppo, anche se queste scelte costano meno di 10 Euro in Italia, ti pelano lo stesso qua in America.

Dai, parliamo di vino se vi interessa. Cosa vi piace di vini Italiani?

-------------------

Since wine is increasing in popularity, I will provide an English translation. I like Italian wine. I started with the fine wines of Veneto and Toscana, but have moved on to those of other regions, particularly Campania and Friuli. Also excellent and competitive for the price is the Verdicchio from le Marche.

This hobby keeps getting more obessive. You keep buying more because of the bulk discounts. And the more you try, the more you know, the more you read, the more you want to try and so you buy more. The wide Italian repertoire of gastronomy also helps to encourage more wine-food consumption.

Italian wine has had a huge increase in quality during the last 10 years. Small mom and pop vineyards have brough in oenologists with incredible results. You can get a fantastic, mind blowing bottle for under 10 Euros in Italy. Now you can even start to find them in the states through select importers. Problem is they're a lot more expensive here.

So let's talk wine, what Italian wines do you like and why?

VivaVoce
Posts: 1
Joined: Mon Oct 18, 2010 12:41 pm

Post by VivaVoce » Mon Oct 18, 2010 1:45 pm

Ciao Cresasso
sono appena diventata una socia di questo site e visto che voglio migliorare il mio Italiano provo di rispondere in Italiano.. ;o)

I vini da toscana e veneto sono buonissimo pero secondo me i vini Italiani piu buoni vengono da Sardegna - la insula vini. Hai mai asseggato Turriga dalla Cantina Arigolas? Questo es un vino misto da Cannonau, Carignano e Malvasia Nera. In Generale non mi piaccino i vini misti pero questo vino e un vino incredibile. Un vino un po piu economico sarrebbe il 'Terre Brune' dalla Cantina Santadi. Questo e fatto sopratutto da Carignano. Anche quello e per me un squisitezza insolita.. ;o) Pero anche i vini piu economici da Santadi sono buono, per esempio una bottiglia di Grotta Rossa costa circa 7€ (al meno in Sardegna!)

Per i vini bianchi ci sono anche molti scelti pero il nec plus ultra e certamente Capichera da Capichera vicino Porto Cervo, un vermentino straordinario e si dice che sia il vino biano piu buono da Sardegna..

hmm mi sto assetato adesso! Quali vini da Toscana e Veneto ti piacciono di piu?

ciao e buona serata e buon degustazione di vini!

User avatar
polideuce
Posts: 876
Joined: Mon Sep 03, 2007 3:29 pm
Location: Salsomaggiore Terme
Contact:

Post by polideuce » Mon Oct 18, 2010 2:51 pm

Il lambrusco non mi piace particolarmente, ma immagino che dipenda dalla qualità di lambrusco; bevo, non spesso, del Nero D'Avola e a pranzo, raramente, bevo della Fortana (vino che dubito sia particolarmente noto, in quanto è un rosso molto leggero).
Sono piuttosto famosi i vini dei colli Piacentini ( http://www.vinipiacentini.net/ ).
Confesso di essere, però, piuttosto ignorante in materia :)

akatsis
Posts: 1
Joined: Tue Oct 19, 2010 12:05 am

Re: Vino Italiano / Italian wine anyone?

Post by akatsis » Tue Oct 19, 2010 12:22 am

lo gradico Aglianico

User avatar
Peter
Posts: 2902
Joined: Mon Feb 07, 2005 12:41 pm
Location: Horsham, West Sussex, England

Post by Peter » Tue Oct 19, 2010 10:43 am

Che domanda?

Nero d'Avola, Sangiovese di Toscana (o di Puglia), Montepulciano d'Abbruzzo, Chianti Classico, Barolo, Brunello di Montalcino, e per qualcosa un po' leggero, Bardolino. Questi sono solo esempi!! :D :D

User avatar
-Luca-
Posts: 546
Joined: Thu Oct 07, 2010 3:08 pm
Location: Italia, Abruzzo

Post by -Luca- » Tue Oct 19, 2010 11:32 am

Peter wrote:Che domanda?

Nero d'Avola, Sangiovese di Toscana (o di Puglia), Montepulciano d'Abbruzzo, Chianti Classico, Barolo, Brunello di Montalcino, e per qualcosa un po' leggero, Bardolino. Questi sono solo esempi!! :D :D
Ahah io sono abruzzese, ed il nostro Montepulciano d'Abruzzo ( con una sola b) è forte, ma buono :)

Cresasso
Posts: 38
Joined: Mon Oct 11, 2010 3:45 pm

Post by Cresasso » Sat Oct 23, 2010 8:37 pm

VivaVoce wrote:Ciao Cresasso
Sardegna...Cannonau

hmm mi sto assetato adesso! Quali vini da Toscana e Veneto ti piacciono di piu?
Cannonau..... Come direbbero in Romagna, Dio' bo' (Dio buono, good God) come esclamazione.

Il Cannonau e la Garnacha/Grenache Sarda. A differenza dei Grenache Franchesi che sanno di succo di frutta insipido, ed i Garnacha Catalani, anche i Priorat, sembrano "over-oaked fruit bombs", cio'e` troppo concentrati! Sono stato in Spagna quest'anno, ospitato da una coppia di Catalani che conosce mia moglie. Sono stati molto generosi con noi, sapendo che io fossi un'appassionato di vino mi hanno comprato due Priorat molto costosi. Certo, ho cercato di parlarne solamente bene, ma come rapporto qualita` prezzo, non c'era affatto. Come anche i vini Australiani o Californiani, mi sembrava "overextracted", come se avessero seccato il mosto per renderlo superalcolico e gradevole ai tipi come Robert Parker. Insomma, anche il famoso Priorat 100% Garnacha per me e` stato una delusione.

Secondo me, il Cannonau e` clone Grenache/Garnacha piu` fine, corposo, raffinato, versatile, prestevole che ci sia. Stranamente, siccome non e` conosciuto ne valutato dalla stampa, costa di meno. SHHHHHHH!

A parlare di vini Sardi, e` anche molto buono il Vermentino. Sono d'accordo che l'Albarno di Rias Baixas sia uno dei miglior vini d'abbinare col pesce. La stampa dice cosi`, magari perche` non hanno mai provato un bel Vermentino Sardo (o Ligure o Toscano).

A me piacciono i vini dei piccoli poderi Toscani. Certo, dicono che Montalcino sia il "terroir" migliore per il Sangiovese, ma conosco tante piccole aziende che potrebbero dare tanto filo da torcere ai favolosi Brunelli di Montalcino

Hai mai provato i vini di Terre di Nano, Villa Sant'Anna, o Sampieri del Fa`. I primi due si trovano in America, te li consiglio. Sampieri del Fa` di San Quirico D'Orcia ancora lo cerco.....

E poi del Veneto, dai, Allegrini e Zenato si trovano dapertutto. Purtroppoi i Vini Italiani che si trovano dapertutto di solito non sono un gran che, ma ti consiglio queste due marche, specialmente Zenato. Hai mai provato un Amarone di Zenato?

Cresasso
Posts: 38
Joined: Mon Oct 11, 2010 3:45 pm

Post by Cresasso » Sat Oct 23, 2010 9:09 pm

polideuce wrote:Il lambrusco non mi piace particolarmente, ma immagino che dipenda dalla qualità di lambrusco; bevo, non spesso, del Nero D'Avola e a pranzo, raramente, bevo della Fortana (vino che dubito sia particolarmente noto, in quanto è un rosso molto leggero).
Sono piuttosto famosi i vini dei colli Piacentini ( http://www.vinipiacentini.net/ ).
Confesso di essere, però, piuttosto ignorante in materia :)
Non mi soprende che a tu piacciano i vini di Piacenza! Psicologicamente ed economicamente, ho notato che in Italia si consumano piu` spesso i "prodotti nostrani". Veramente, non e` uno spregio, solamente un'osservazione dato dal luogo che hai immesso per questo forum.

L'America e` l'America. Ti rispondero` alla tua risposta riguardo le differenze tra vivere in Italia e vivere all'estero. Una cosa che io abbia notato e` che la scelta di prodotti in Italia dipende proprio dalla geografia! Se uno cerca varieta`, e` meglio comprare in America. Se uno cerca prodotti tipici della zona geografica, specialmente a buon mercato, occorre esserci presenti al luogo.

Riguardo il Lambrusco, se uno si punta sul Lambrusco dolce/amabile Riunite, l'unico scopo allora sara` come meta degli sbarbini cocainomani a calmarsi dopo una notte di piste, o magari per un alcolizzato ad allontanarsi qualche ora dal tremore e le allucinazioni del delirium tremens.

Communque mio zio mi ha insegnato che durante le estati torride padane, un bel Lambrusco secco tipo Grasparossa aumenta le qualita` gastronorgasmiche del parmigiano reggiano (anche l'Amarone, ma solo d'inverno), ed i salumi tipo Prosciutto di Parma.

Senza condividere troppo perche` l'Internet e` un posto troppo pubblico e pericoloso, lascia che io ti dica che io non sia uno sconosicuto verso l'ER, specialmente BO-R ed il tratto dell' A - uno quattro finche non arrivi al mare. Le tue provincie di meno ma...

Dai, mi sembri un tipo molto inteligente, colto etc. Mi piacerebbe proprio il tuo parere di due aziende vinicole. Te che ci sei vicnio rispetto a me dovresti visitarle.... ci vivo troppo lontano, caspita, mi occorre un migliardo per li mio aeroplano supersonico transatlanico....

Ma communque, ho incotrato due aziende vinicole al livello degno delle 5 stelle:

http://www.podereriosto.it/

http://www.umbertocesari.it/

Riosto si trova non lontano da BO verso Pianoro. Puntano su dei vini molto raffinati e delicati. Hanno un Pignoletto frizzante (anche spumante) favoloso, detto che sia la massima espressione del Pignoletto. Io ne sono d'accordo. Per fare un brindisi, a paragonare il Veuve Cliquot Champagne per 25-30 Euro a Conad/Coop/negozio o questo Pignoletto per 5.50 Euro..... non c'e` paragone. Mia moglie e` stat stregata. Non che i loro rossi non siano buoni, ansi, hanno dei Merlot/Cabernet, Barbera riserva etc. Fa immattire anche il loro Barbera frizzante. Lambrusco non ti piace? Ah, prova il loro Barbera.

Cesari non ho mai visitato (visitero` l'anno prossimo), ma hanno dei Sangiovesi di Romagna piu` in linea a dei Brunelli di Montalcino! Madonna, i loro vini non hanno niente a che fare col "Sangiovese di Romagna" da 1000 lire al cartone che favorivano tutti gli ubriaconi! Liano e` la loro offerta di Sangiovese/Cabernet che offre una potenza di solo nota solamente ai Sangiovesi piu` tosti della Toscana.

Se ti occorre, visita queste aziende. Fammi sapere il tuo parere. Mi sembri una persona davvero in gamba e se sai apprezzare le belle cose come mi sembra, ti divertirai. A Riosto digli che quel medico Americano alto colla moglie rossicia ed i bambini ti ha mandato, ti tratteranno bene...



http://www.umbertocesari.it/

Cresasso
Posts: 38
Joined: Mon Oct 11, 2010 3:45 pm

Re: Vino Italiano / Italian wine anyone?

Post by Cresasso » Sat Oct 23, 2010 9:40 pm

akatsis wrote:lo gradico Aglianico
My Italian is not that good anymore either, but I believe you would say "Io gradisco l'aglianico".

Aglianico.... the greek grape.

Aglianico was brought to Southern Italy by the Greeks thousands of years ago.

Strangely, the current Aglianico and other Greek vine growths are one of the few pre-phylloxera vines in the whole world. This is because Aglianico, especially that grown in Campania, is grown on volcanic soil in which the root louse phylloxera was unable to thrive or spread. Therefore, some of the old vines in that part of Italy look more like ancient willows or oak trees, tortous, wrinkled, huge and tall. They look like real old trees instead of vines:

http://www.diaryof1.com/blog/wp-content ... aurasi.jpg

It's very earthy, silty, chalky. Very characteristic, full bodied, emotionally moving Italian wine. No need to drown it in oak chips, sawdust, or perform technological enhancement on the must. It comes out as a tart powerhouse of old world flavor on its own, perhaps too much. Which is why I like it!

Taurasi is the next level up, aged longer, but IMHO, the most opulent of the Aglianico wines I have tried is the Serpico of Feudi di San Gregorio. Opened one in Italy this year for what would have been my grandfather's 90th birthday (we celebrate the would have been birthdays, date of death doesn't count). Wow, it felt like the aromas were making earthy, clay festoons around my tongue! My wife was blown away as well. Incredible finish that just gave a vortex of grapey, dry, chalky twirling in the mouth and went well with roast meat, game, wild boar and the offerings at the occasion.

Clay and clay banks of rivers is always something for which I had fond memories as a child in Italy, but that is another story. Most Americans would not like Aglianico wines. That said, they are learning, and when paired with a meal that deserves this glorious piece of history, the results are epic.

Feudi di San Gregorio is probably one of the best known and easiest to find wines of this type, but there are others that are as good, if not better.

Have you tried Greco di Tufo, Falanghina and some of the whites of this region? The volcanic siltiness also works its way into these wines, almost like a still (nonbubbly) Champagne.

They say that the more full bodied Chardonnays are the white reds (not like the focused and fine Chablis).

Well, they ain't seen nothin' yet. The whites from the Aglianico volcanic regions of southern Italy seem to open up and become even more delicious if initially served chilled, and allowed to slowly warm to room temperature. Some whites are nasty at room temperatures. These whites, whoa, look out.

I have fine memories of more than a few Sunday afternoons of slowly sharing a bottle of Falanghina or Greco di Tufo with my better half, waiting for it to air out and warm up.

Cresasso
Posts: 38
Joined: Mon Oct 11, 2010 3:45 pm

Post by Cresasso » Sat Oct 23, 2010 9:45 pm

Peter wrote:Che domanda?

Nero d'Avola, Sangiovese di Toscana (o di Puglia), Montepulciano d'Abbruzzo, Chianti Classico, Barolo, Brunello di Montalcino, e per qualcosa un po' leggero, Bardolino. Questi sono solo esempi!! :D :D
You gotta get into some of the smaller Italian wineries. Last 10 years have brought amazing advancements into Italian wine. These are many commonly available wines, but unless you go there, visit and know, you are soooo missing out.

Still, I thought the English liked beer. Not to say you guys have a bad go of it. English beers can be incredible, but I am so thrilled that our wines interest foreigners... kind of, not really. Well, price is controlled by supply and demand, which is why it's so awesome to go to Italy and visit these small mom and pop boutique wineries. Some people pay 1000 dollars a bottle for designer Bordeaux. You can get equivalently good wine in Italy for 10 Euros at places like that that no one has ever heard about.

The difference is in press coverage. Italy is hard to navigate some times. Even I, who am familiar with the driving there, have gotten horridly lost on our way to various wineries. Some of these places might even dodge the nuclear apocalypse, eh? Party when the world ends will be in the Italian hills. If I am lucky enough when the meteorite hits I am there on my vacation, join me won't you?

Cresasso
Posts: 38
Joined: Mon Oct 11, 2010 3:45 pm

Post by Cresasso » Sat Oct 23, 2010 9:50 pm

Luca84 wrote:
Peter wrote:Che domanda?

Nero d'Avola, Sangiovese di Toscana (o di Puglia), Montepulciano d'Abbruzzo, Chianti Classico, Barolo, Brunello di Montalcino, e per qualcosa un po' leggero, Bardolino. Questi sono solo esempi!! :D :D
Ahah io sono abruzzese, ed il nostro Montepulciano d'Abruzzo ( con una sola b) è forte, ma buono :)
Guarda che il Montepulciano di Abruzzo conferisce quella sensazione rotonda, gommosa, piacevole, rimbalzante, e assuefacente come il Merlot per molto meno.

Il Montepulciano d'Abruzzo e` "the poor man's Merlot" solo perche` nessuno lo conosca. Spero per il bene dei nostri portafogli che solo io e voi Abruzzesi sappiano quanto questo vino puo soddisfare.

User avatar
polideuce
Posts: 876
Joined: Mon Sep 03, 2007 3:29 pm
Location: Salsomaggiore Terme
Contact:

Post by polideuce » Sun Oct 24, 2010 11:35 am

Cresasso wrote: Non mi soprende che a tu piacciano i vini di Piacenza! Psicologicamente ed economicamente, ho notato che in Italia si consumano piu` spesso i "prodotti nostrani". Veramente, non e` uno spregio, solamente un'osservazione dato dal luogo che hai immesso per questo forum.
Verissimo; ti dirò che il vino che compro io è così locale da essere prodotto da un contadino a Cangelasio che è una frazione a un chilometro dal mio paese. Non potrebbe essere più locale neppure volendolo :D
Parlo non di una azienda vinicola, ma di una persona che ha qualche filare di viti e le vendemmia.
Mio nonno materno aveva alcuni filari di viti a Roccabianca, dove abitava, della stessa qualità che, ho scoperto, si chiama "Fortana del Taro"( http://www.fortanadeltaro.it/fortana/fortana.asp ).
Sino a qualche anno fa era un vino snobbato un po' da chiunque per le sue origini decisamente contadine, nulla di raffinato o di particolarmente noto, ma di recente pare aver riguadagnato visibilità; almeno nel parmense.
Mi ricordo che quando ero piccolo andavamo, con mio padre, a prendere le damigiane di vino a Bacedasco, nel piacentino qui vicino, e poi seguivano almeno un paio di serate ad imbottigliare il vino, stando bene attenti alle fasi lunari per evitare che le bottiglie esplodessero.

Cresasso wrote: Dai, mi sembri un tipo molto inteligente, colto etc. Mi piacerebbe proprio il tuo parere di due aziende vinicole. Te che ci sei vicnio rispetto a me dovresti visitarle.... ci vivo troppo lontano, caspita, mi occorre un migliardo per li mio aeroplano supersonico transatlanico....

Ma communque, ho incotrato due aziende vinicole al livello degno delle 5 stelle:

http://www.podereriosto.it/

http://www.umbertocesari.it/

Riosto si trova non lontano da BO verso Pianoro. Puntano su dei vini molto raffinati e delicati. Hanno un Pignoletto frizzante (anche spumante) favoloso, detto che sia la massima espressione del Pignoletto. Io ne sono d'accordo. Per fare un brindisi, a paragonare il Veuve Cliquot Champagne per 25-30 Euro a Conad/Coop/negozio o questo Pignoletto per 5.50 Euro..... non c'e` paragone. Mia moglie e` stat stregata. Non che i loro rossi non siano buoni, ansi, hanno dei Merlot/Cabernet, Barbera riserva etc. Fa immattire anche il loro Barbera frizzante. Lambrusco non ti piace? Ah, prova il loro Barbera.

Cesari non ho mai visitato (visitero` l'anno prossimo), ma hanno dei Sangiovesi di Romagna piu` in linea a dei Brunelli di Montalcino! Madonna, i loro vini non hanno niente a che fare col "Sangiovese di Romagna" da 1000 lire al cartone che favorivano tutti gli ubriaconi! Liano e` la loro offerta di Sangiovese/Cabernet che offre una potenza di solo nota solamente ai Sangiovesi piu` tosti della Toscana.

Se ti occorre, visita queste aziende. Fammi sapere il tuo parere. Mi sembri una persona davvero in gamba e se sai apprezzare le belle cose come mi sembra, ti divertirai. A Riosto digli che quel medico Americano alto colla moglie rossicia ed i bambini ti ha mandato, ti tratteranno bene...
Questa primavera intendo andare nel ravennate, ho visto male e di corsa Ravenna (una volta in gita scolastica, quindi parecchi anni fa, e un'altra in occasione dei ritrovamenti di alcuni pavimenti musivi appartenenti a una villa romana cittadina scoperta di recente, ma la macchina fotografica quel giorno entrò in sciopero...), perciò vedrò sulla cartina dove si trovano questi posti che mi hai segnalato, ho guardato il sito di entrambi per farmi un'idea, e li includerò nella "gita fuori porta" :)

User avatar
Peter
Posts: 2902
Joined: Mon Feb 07, 2005 12:41 pm
Location: Horsham, West Sussex, England

Post by Peter » Sun Oct 24, 2010 4:26 pm

Cresasso wrote:You gotta get into some of the smaller Italian wineries. Last 10 years have brought amazing advancements into Italian wine. These are many commonly available wines, but unless you go there, visit and know, you are soooo missing out.

Still, I thought the English liked beer. Not to say you guys have a bad go of it. English beers can be incredible, but I am so thrilled that our wines interest foreigners... kind of, not really. Well, price is controlled by supply and demand, which is why it's so awesome to go to Italy and visit these small mom and pop boutique wineries. Some people pay 1000 dollars a bottle for designer Bordeaux. You can get equivalently good wine in Italy for 10 Euros at places like that that no one has ever heard about.

The difference is in press coverage. Italy is hard to navigate some times. Even I, who am familiar with the driving there, have gotten horridly lost on our way to various wineries. Some of these places might even dodge the nuclear apocalypse, eh? Party when the world ends will be in the Italian hills. If I am lucky enough when the meteorite hits I am there on my vacation, join me won't you?
As far as wines go I can get only what is on sale, and that tends to be the more well-known ones. We did find an absolute stunner of a local wine when my wife and I stayed at the Hotel Rufolo, Ravello. This was 11 years ago and I cannot for the life of me remember the name of the wine. It is the only time I have ever had a case of wine shipped back home - it was that good, very fruity and soft. :D

And yes, we English love our ales, particularly those that we call "real ales", ie bitter ale with no gas in them that makes you feel bloated after only a couple of pints. A bitter in which you can really taste the hops, a bitter that slides down like nectar. And so it should - after all we English have been brewing ales for virtually a millenium!! :) Sure I like Peroni or Moretti, but they are we class as lagers and are not a patch on our own real ales. :)

And yes again, I think somewhere on the Amalfi coast when the meteorite strikes is as good a place as any!!! :lol:

User avatar
Ember
Posts: 1115
Joined: Fri Aug 04, 2006 4:32 pm
Location: Urbino

Post by Ember » Mon Nov 08, 2010 3:00 pm

Scusate, non ho letto tutto il thread... dalle mie parti abbiamo diversi vini... i due vini marchigiani che preferisco sono:

Image

Image

:)

E poi abbiamo il vino di visciole (Visner)... non è un vero vino ma ve lo consiglio dopo pranzo con un buon dessert :wink:

Image
*** homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

Cresasso
Posts: 38
Joined: Mon Oct 11, 2010 3:45 pm

Post by Cresasso » Wed Nov 10, 2010 2:05 am

Ember wrote:vini marchigiani
Non li conosco, ma ho scoperto una favolosa azienda Marchigiana che si chiama Ciu` Ciu`.

Poi ero per parte Riminese... le Marche e` una regione che conosco abbastanza bene: Urbino, Gradara, San Leo, Pennabilli, Ancona, Pesaro. Favoloso... piu` roccioso che la Romagna, forse un pochino meno romantica come regione rispetto alla Toscana, ma piu` impressionante grazie ai suoi cucuzzoli rocciosi. Monte Carpegna e` favoloso.

Ah si, pero` parlavamo di vino. Gradisco molto anche il Verdicchio dei castelli di Jesi. Direi che sia uno dei miei bianchi preferiti in assoluto!

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 3 guests