Libri di autori italiani

Join us here for some fun chit chat, or share your opinions on rumours and gossip in the news. Beginners and advanced Italian speakers are all welcome!
User avatar
polideuce
Posts: 876
Joined: Mon Sep 03, 2007 3:29 pm
Location: Salsomaggiore Terme
Contact:

Re: Libri di autori italiani

Postby polideuce » Sat Jan 19, 2013 12:09 pm

Italo Calvino
Tra i nomi importanti della letterature italiana, tra quelli insomma che vengono studiati nelle scuole, sicuramente Italo Calvino è quello più facilmente avvicinabile, specie nelle raccolte "I nostri antenati", "Fiabe italiane" o con "Marcovaldo" o i "Il sentiero dei nidi di ragno". Essendo un classico non ci sono difficoltà, anche all'estero, per reperire i suoi libri in lingua originale.
Qui c'è una sua biografia: http://italocalvino.it/biografia
Qui potete sentire una sua intervista rilasciata nel 1979: http://www.youtube.com/watch?v=ZIKlFRT2wsk

Altri autori studiati a scuola affrontabili, con un po' più di impegno, sono Luigi Pirandello e Italo Svevo. Per entrambi bisogna tenere a mente che si tratta di autori della prima metà del novecento, a sboccio, per cui, dato il periodo, non si può parlare di libri, per i contenuti, di facile lettura e di immediata simpatia da parte del lettore. "La Coscienza di Zeno", per dire, non ha molti estimatori, in genere lo si considera un mattone (anche se a me era piaciuto). Pirandello gode di un consenso più ampio, ma in genere parla della dissoluzione dell'identità... insomma; vanno affrontati un po' più avanti o se piacciono questo genere di tematiche. Il registro lessicale, per entrambi, è comunque di semplice comprensione.

Gianni Rodari
E' noto come autore di favole e filastrocche, in genere è una lettura che viene, o veniva, fatta dai bambini in Italia. Può andare, però, più che bene se si è agli inizi nell'apprendimento della lingua italiana; a me, per dire, piace ogni tanto rileggerlo sebbene l'età scolare se ne sia andata da un bel pezzo.
Qui potete trovare alcune delle sue filastrocche più famose: http://www.giannirodari.it/
Qui potete sentirlo parlare: http://www.youtube.com/watch?v=kXKxANC3ozs

Paolo Maurensig
Di suo ho letto sia "La variante di Lunenburg" sia "Canone Inverso", ma ha scritto molti altri libri. Ricordo una scrittura di facile comprensione e ricordo di aver apprezzato entrambi i libri citati; onestamente ricordo molto poco, per cui affidatevi alla quarta di copertina o quanto altri vorranno aggiungere per questo autore.

Anna Pavignano
Ho letto, per altro finito da poco, "Venezia un sogno", libro che, pur non essendomi piaciuto, ho trovato ben scritto. Il libro ha un registro di facile comprensione; ignoro come possono essere gli altri suoi scritti, anche se credo che questo sia il suo primo romanzo dato che si è occupata di altro sinora.

Antonia Arslan
Di suo ho letto solo un volume, ma lei è molto famosa per "La masseria delle Allodole" che in Italia ebbe un discreto successo. Essendo nata in Italia, ma di origine armena, i suoi libri trattano spesso degli armeni.

Carlo Cipolla
E' uno storico di tutto rispetto, ma ha scritto un libro godibilissimo intitolato "Allegro ma non troppo; con le leggi fondamentali della stupidità umana"; se vi dovesse capitare tra le mani dateci un'occhiata

Giorgia Lepore.
Sinora ha scritto un solo volume "L'abitudine al sangue", un romanzo storico di ambientazione bizantina. Onestamente a me non è piaciuto particolarmente, ma l'ho trovato ben scritto e vedo che è disponibile all'estero. Dato che non viene riportata la quarta di copertina, metto io un link: http://www.fazieditore.it/pdf/Lepore_extra.pdf

di Giulio Leoni, giallista che ha creato una serie di volumi don Dante come investigatore, e di Giorgio Faletti non ho mai letto nulla; ho un volume scritto da loro, ma sono entrambi in attesa.

Per ora mi fermo qua :)

spin13
Posts: 4
Joined: Tue Nov 29, 2011 2:03 am
Location: Tokyo

Re: Libri di autori italiani

Postby spin13 » Tue Jan 22, 2013 2:44 am

Ciao a tutti, e grazie per i vostri consigli.

Adesso sto per finire leggere "Il Colombre" di Dino Buzzati. E' una raccolta di racconti, ognuno al massimo 5 o 6 pagine, e la maggiore parte non e' troppo difficile. "Il Colombre" non e' tanto famoso quanto "Il deserto dei Tartari", ma tuttavia potevo trovarlo anche qui a una libreria a Tokyo.

Se gli paragoni a un scrittore inglese (voglio dire la lingua, non il paese), direi sia come O.Henry. Non ho ancora letto i sui altri libri, e' non so che io sia in grado di leggere "Tartari", ma mi piace Il Colombre abbastanza da comprare un'altra raccolta, "La boutique del mistero".
Ciao da Tokyo!
よろしく!

User avatar
Quintus
Posts: 421
Joined: Thu Jun 30, 2011 8:22 am
Location: Florence, Italy

Re: Libri di autori italiani

Postby Quintus » Thu Jan 24, 2013 2:06 am

spin13 wrote:Ciao a tutti, e grazie per i vostri consigli.

Adesso sto per finire leggere "Il Colombre" di Dino Buzzati. E' una raccolta di racconti, ognuno al massimo 5 o 6 pagine, e la maggiore parte non e' troppo difficile. "Il Colombre" non e' tanto famoso quanto "Il deserto dei Tartari", ma tuttavia potevo trovarlo anche qui a una libreria a Tokyo.

Se gli paragoni a un scrittore inglese (voglio dire la lingua, non il paese), direi sia come O.Henry. Non ho ancora letto i sui altri libri, e' non so che io sia in grado di leggere "Tartari", ma mi piace Il Colombre abbastanza da comprare un'altra raccolta, "La boutique del mistero".

I totally share your opinions about Dino Buzzati. The short stories by Dino Buzzati are collected in various volumes, but unfortunately each volume has in common some stories with the others. I have two volumes: "Sessanta racconti" and "Il meglio dei racconti di Dino Buzzati". The latter is made up with a number of stories taken from all the other volumes, that is from:

"I sette messaggeri": 9
"Paura alla scala": 5
"Il crollo della Balinverna": 9
"In quel preciso momento": 2
"Sessanta racconti": 6
"Il colombre": 14
"Le notti difficili": 1

All the above volumes are published by Arnoldo Mondadori. "La boutique del mistero" must be a further, more recent volume.
You can find at the link below that the stories in "La boutique del mistero" are 31, and the ones from 23 to 31 are in common with "Il colombre":

http://it.wikipedia.org/wiki/La_boutique_del_mistero

So, it could be of your interest to look for collections having a number of shared stories as small as possible. Anyway, not an happy way to set up collections by this publishing house.

If you google each one of the above titles preceded by la raccolta you can find the corresponding Wikipedia page. For example: la raccolta Sessanta racconti

That said, Dino Buzzati (Belluno, 1906 - Milan, 1972) is my preferred Italian author, one of the best if not the best of all the 20th century, to my taste. It's not only that I love what he writes, it's the way he writes that is fascinating, with his terrible control on the written expression. Such an art cannot be learned, it's part of the character of the man.

To know more about him:
http://en.wikipedia.org/wiki/Dino_Buzzati

Buona lettura,
Quintus

-

spin13
Posts: 4
Joined: Tue Nov 29, 2011 2:03 am
Location: Tokyo

Re: Libri di autori italiani

Postby spin13 » Fri Jan 25, 2013 5:37 am

Quintus wrote:That said, Dino Buzzati (Belluno, 1906 - Milan, 1972) is my preferred Italian author, one of the best if not the best of all the 20th century, to my taste.

I prefer short stories because my Italian isn't that great yet, but I'm curious, how are his full length novels?

Quintus wrote:It's not only that I love what he writes, it's the way he writes that is fascinating, with his terrible control on the written expression. Such an art cannot be learned, it's part of the character of the man.

I agree. Just a note: you can't use "terrible" here in a positive sense. "Amazing", "magnificent", or "fantastic" would all work, though.

On a different note, have you ever noticed how expensive some of his English translations are? Some of them sell for over $100USD! I wish more of his works were more accessible. Looks like I'll just have to study more Italian!
Ciao da Tokyo!
よろしく!

User avatar
calum
Site Owner
Posts: 366
Joined: Sun Oct 29, 2006 8:46 pm
Location: Scozia
Contact:

Re: Libri di autori italiani

Postby calum » Fri Jan 25, 2013 10:08 am

Ciao Franco,

I know you won't mind if I make some tiny corrections to your post.

Quintus wrote:So, it could be of your interest to look for...


This is understandable but not how a native speaker would word it. I suggest the following alternative:
"So, it could be of interest to you to look for..."


..not an happy way..


You must remember that although the acca is silent for Italians, it is usually voiced in English. There is a good explanation of the pronunciation of the acca right at the start of this video:
http://www.youtube.com/watch?v=_Y9EZcw5zaA

So, because the h in happy is voiced it must be proceded by the indefinite article a. Otherwise, in speech, it will sound like you are saying "a nappy" (un pannolino!). Voicing the h shouldn't be a problem for Florentines, should it? At the school I attend for evening classes, there is a young teacher from Florence. My teacher, from Rome, is forever mocking his pronunciation by asking him to say things such as: "coca cola con la cannuccia corta", which the Florentine teacher expresses as, "hoha hola hon la hannuccia horta". They mock each other all the time but are good friends.

..with his terrible control on the written expression.


As spin13 has already said, 'terrible' is the wrong word in that context. I guess you were thinking of terrific. Or perhaps you were misled by the adverb terribly ~ molto, as in 'terribly good' ~ 'molto buono'?
Also the preposition should be of, not on.

I would rewrite that phrase as , "... with his terrific control of the written expression."

These are very minor corrections and nothing to worry about. It is only because you are so highly proficient in English that I offer these to polish your obvious skill in the language.

saluti,
Calum

User avatar
Quintus
Posts: 421
Joined: Thu Jun 30, 2011 8:22 am
Location: Florence, Italy

Re: Libri di autori italiani

Postby Quintus » Sun Jan 27, 2013 12:05 am

Ulteriori e approfonditi insegnamenti sull'opera di Dino Buzzati possono essere appresi dagli scritti di Joan Taber, studiosa, elegante traduttrice e profonda conoscitrice della letteratura e della lingua

http://papersbyjoantaber.blogspot.com/2 ... astic.html

E naturalmente qui, direttamente dall'Autore, sul passaggio dal sogno al racconto
http://www.youtube.com/watch?v=ShEHDL-y5Uk

E qui, ancora dal medesimo, circa «Ragazza che precipita»
http://www.youtube.com/watch?v=Comv7f2DGpw

E infine qui i suoi giorni non perduti
http://www.youtube.com/watch?v=d1LUwo7VmcQ

-

L'intensa sollecitazione di tipo ondulatorio che ha attraversato la regione durante la giornata di ieri ha prodotto la perdita di vincolo di una delle architravi di sostegno della fondazione, venendo pertanto a crearsi una situazione che, seppur non compromessa, deve essere attentamente considerata. Per un certo periodo non mi sarà perciò possibile prendere parte all'attività del forum.

Vi saluto tutti cordialmente,
Quintus

-

User avatar
calum
Site Owner
Posts: 366
Joined: Sun Oct 29, 2006 8:46 pm
Location: Scozia
Contact:

Re: Libri di autori italiani

Postby calum » Sun Jan 27, 2013 10:17 am

Quintus wrote:
L'intensa sollecitazione di tipo ondulatorio che ha attraversato la regione durante la giornata di ieri ha prodotto la perdita di vincolo di una delle architravi di sostegno della fondazione, venendo pertanto a crearsi una situazione che, seppur non compromessa, deve essere attentamente considerata. Per un certo periodo non mi sarà perciò possibile prendere parte all'attività del forum.

-


Quintus,

I'm sorry to hear that you have suffered some damage in yesterday's earthquake. I hope the repairs can be effected without too much expense.

Calum

User avatar
Itikar
Posts: 155
Joined: Sat Nov 03, 2012 2:44 pm
Location: Italia, Lombardia

Re: Libri di autori italiani

Postby Itikar » Sun Jan 27, 2013 2:15 pm

Mi spiace che tu abbia avuto questo inconveniente. :(
Spero che riusciate a sistemare tutto e che tu possa tornare presto a frequentare il forum.
I would be very grateful, if you could please correct my English.

User avatar
polideuce
Posts: 876
Joined: Mon Sep 03, 2007 3:29 pm
Location: Salsomaggiore Terme
Contact:

Re: Libri di autori italiani

Postby polideuce » Sun Jan 27, 2013 3:12 pm

Mi spiace moltissimo per i danni causati dal terremoto; spero che tu si sistemerà

User avatar
Quintus
Posts: 421
Joined: Thu Jun 30, 2011 8:22 am
Location: Florence, Italy

Re: Libri di autori italiani

Postby Quintus » Tue Jan 29, 2013 10:08 am

Negli ultimi anni in questa zona le scosse si sono andate ripresentando regolarmente, ma tra la primavera e l'estate, mai di quest'epoca e di quinto grado. Brutta bestia.

Grazie a tutti per i vostri messaggi.

Quintus

-

plch
Posts: 3
Joined: Tue Jan 29, 2013 12:54 pm

Re: Libri di autori italiani

Postby plch » Tue Jan 29, 2013 1:21 pm

Posso consigliare Primo Levi?

forse non rientra nei 'modernissimi' ma ha una scrittura limpida e precisa, non di difficile comprensione per chi impara la lingua (secondo me). Tutti i suoi libri sono bellissimi :) ma i piu'famosi non certo leggeri per via dellárgomento trattato (la shoa vissuta in prima persona). Consiglio a tutti il sistema periodico: http://www.einaudi.it/libri/libro/primo ... 8880617501

User avatar
Peter
Posts: 2853
Joined: Mon Feb 07, 2005 12:41 pm
Location: Horsham, West Sussex, England
Contact:

Re: Libri di autori italiani

Postby Peter » Tue Jan 29, 2013 1:39 pm

Quintus wrote:Negli ultimi anni in questa zona le scosse si sono andate ripresentando regolarmente, ma tra la primavera e l'estate, mai di quest'epoca e di quinto grado. Brutta bestia.

Grazie a tutti per i vostri messaggi.


Franco

Sono un po' in ritardo ma anch'io mi spiace sentire le notizie dei danni. :( Non vedo l'ora di snetirti quando tutto è in ordine. :)
A presto


Peter

http://www.flickr.com/photos/sussexshark/
http://sussexshark.wordpress.com/
http://www.photoshow.com/members/sussexshark/all

Impariamo.com has a Facebook page: https://www.facebook.com/impariamo.com

User avatar
Quintus
Posts: 421
Joined: Thu Jun 30, 2011 8:22 am
Location: Florence, Italy

Re: Libri di autori italiani

Postby Quintus » Fri Feb 01, 2013 4:01 pm

Sembra che la perdita di vincolo (o incastro, nella fattispecie) dell'architrave sia l'unico problema che abbiamo avuto. Ce la caveremo con 6,000 Euro a testa. Che bello! Guarda caso avevo giusto quella cifra lì e non sapevo come spenderla.
calum wrote:You must remember that although the acca is silent for Italians, it is usually voiced in English. There is a good explanation of the pronunciation of the acca right at the start of this video:
http://www.youtube.com/watch?v=_Y9EZcw5zaA

So, because the h in happy is voiced it must be proceded by the indefinite article a. Otherwise, in speech, it will sound like you are saying "a nappy" (un pannolino!). Voicing the h shouldn't be a problem for Florentines, should it? At the school I attend for evening classes, there is a young teacher from Florence. My teacher, from Rome, is forever mocking his pronunciation by asking him to say things such as: "coca cola con la cannuccia corta", which the Florentine teacher expresses as, "hoha hola hon la hannuccia horta". They mock each other all the time but are good friends.
Sì, ho quel video di John Peter Sloan e cerco sempre di starci attento, ma questa volta mi è sfuggito. As to voicing a "c" as an "h", or simply skipping it, no problem. In Italy we are known as those who say 'o'a 'ola 'on la 'annuccia 'orta and all mock us for that, which is a good thing in the end, because it is a sign of friendly relationships. We say: se non ti posso prendere un po' in giro, che amico sei?
If you have a teacher from Rome, you could ask him:

«Un fiorentino mi ha chiesto di chiederti (o chiederle, forse?) perchè dite sempre "Va a magna' er sapone" o anche "Va a magna' 'a montagnaccia der sapone tua"? Che cos'è questa faccenda del "sapone"? Avete problemi col sapone a Roma?»

[A Florentine asked me to ask you why you always say "Go eat (the) soap" or also "Go eat the damned soap heap of yours" What's that matter of "soap"? Do you have problems with soap at Rome?]

Terrible. Yes, I started with terrific, but it seemed excessive and tried to downgrade it to terrible. Later it came to mind that the word I was looking for was "tremendous". I am not sure however if "tremendous" can really be considered an attenuated version of terrific. Sono andato a naso. A naso come sempre, con una benda sugli occhi, in una notte senza luna, in una stanza con le persiane chiuse, tra teche di cristallo colme di porcellane.

calum wrote:These are very minor corrections and nothing to worry about...
Gotcha. Ain't worried though. I know my English is a schifezza. Couldn't learn it at school cuz they put me into a French class. Could't ever say a single word cuz dunno English folk here. Am always struggling with improving it but, yanow, it's tough. I wanna be proficient, but ain't ever gonna be [I love this kind of stuff, cuz, believe me, looks like Florentine :D]

I am one who throws himself though, one who likes to follow J. P. Sloan's advice "the first one (really important thing) is to never be afraid to buttarti, to throw yourself into this. Don't be afraid to make mistakes". At 07:22 here:

http://www.youtube.com/watch?v=esNj0GAs ... re=related

J. P. Sloan è molto amato qui per lo spirito, la comunicatività, l'entusiasmo che mette nelle cose che dice e che fa. In una parola, non è solo un bravo insegnante, è anche simpatico:

http://www.youtube.com/watch?v=IFu0B9BG ... =endscreen

Ad maiora,
Quintus

-

User avatar
calum
Site Owner
Posts: 366
Joined: Sun Oct 29, 2006 8:46 pm
Location: Scozia
Contact:

Re: Libri di autori italiani

Postby calum » Fri Feb 01, 2013 4:18 pm

Quintus wrote:Sembra che la perdita di vincolo (o incastro, nella fattispecie) dell'architrave sia l'unico problema che abbiamo avuto. Ce la caveremo con 6,000 Euro a testa. Che bello! Guarda caso avevo giusto quella cifra lì e non sapevo come spenderla.


Crikey, that's a lot of money! How many of you have to pay this? Don't you have insurance cover against this sort of thing?



«Un fiorentino mi ha chiesto di chiederti (o chiederle, forse?) perchè dite sempre "Va a magna' er sapone" o anche "Va a magna' 'a montagnaccia der sapone tua"? Che cos'è questa faccenda del "sapone"? Avete problemi col sapone a Roma?»

[A Florentine asked me to ask you why you always say "Go eat (the) soap" or also "Go eat the damned soap heap of yours" What's that matter of "soap"? Do you have problems with soap at Rome?]


I have memorised these phrases and will ask him when I see him next Tuesday. I hope he laughs!

Gotcha. Ain't worried though. I know my English is a schifezza. Couldn't learn it at school cuz they put me into a French class. Could't ever say a single word cuz dunno English folk here. Am always struggling with improving it but, yanow, it's tough. I wanna be proficient, but ain't ever gonna be [I love this kind of stuff, cuz, believe me, looks like Florentine :D]


I'll tell you something: I'd be a very happy man if my Italian was as much of a schifezza as your English...

regards,
Calum

User avatar
Quintus
Posts: 421
Joined: Thu Jun 30, 2011 8:22 am
Location: Florence, Italy

Re: Libri di autori italiani

Postby Quintus » Mon Feb 04, 2013 2:51 pm

Naturalmente abbiamo un'assicurazione che copre i danni verso terzi (third party liability insurance, forse), ma solo
quelli. Dato che siamo solo in sei, da tempo immemorabile ci siamo sempre trovati tutti d'accordo a spendere il denaro per mantenere l'edificio in buono stato piuttosto che foraggiare assicurazioni e amministratori di condominio. E a conti fatti, nonostante la sfortunata circostanza, siamo ancora in positivo. Certo che questa nostra decisione potrebbe essere rivista considerando la sempre maggiore frequenza di questi fenomeni.

Dopo la tragedia dell'Aquila del 6 aprile 2009 (309 morti e 65,000 sfollati) e quella del 20 e 29 maggio 2012 dell'Emilia
Romagna (intensità da 5 a 6), con crolli di edifici importanti e numerose vittime nelle province di Ferrara e Modena, c'è un forte nervosismo nel paese.
Dopo una scossa di intensità 3.3 avvenuta il 31 gennaio scorso in Garfagnana (una zona della Toscana), qualche giorno fa un tweet emesso dal comune di Castelnuovo Garfagnana ha annunciato che il dipartimento nazionale della Protezione Civile riteneva probabile il verificarsi di una ulteriore scossa durante le ore notturne. In conseguenza di questo sembra che 30,000 persone (6,000 secondo altri) abbiano dormito in macchina in aperta campagna. Ma si trattava di un falso allarme.

A tutte queste persone, che combattono in silenzio e con coraggio contro avversità di ogni genere, va la mia simpatìa e solidarietà.

http://www.fondazionegiuliani.it/earthq ... oto-italia

-

Tornando ai libri, speravo di trovare una raccolta dei racconti di Dino Buzzati in volume unico, ma pare che non esista. Se qualcuno però ne conoscesse una gli sarei grato se ce ne desse notizia. Esiste invece una raccolta completa dei suoi lavori teatrali, "Il teatro":

http://www.ibs.it/code/9788804555834/bu ... eatro.html

Qui di seguito un interessante articolo su Dino Buzzati, dove si mette in evidenza come il nostro autore non si attenesse in modo esattamente scrupoloso alla regola fondamentale della cronaca giornalistica "chi? dove? quando? che cosa? perché?", lasciandosi trasportare dalla fantasìa, probabilmente suo malgrado, anche quando scriveva resoconti di cronaca, e perfino di cronaca nera:

http://www.giornalediconfine.net/n_4/11.htm

Per aspera ad astra,
Quintus

-


Return to “Quattro chiacchiere”

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 1 guest